Valkenrag – Twilight Of Blood And Flesh

Valkenrag – Twilight Of Blood And Flesh

2015 – full-length – Art Of The Night Productions

VOTO: 7 – recensore: Mr. Folk

Formazione: Loghart: voce, chitarra – Typhus: chitarra – Ulfar: basso – Shevcoo: batteria

Tracklist: 1. Intro – 2. Halls Of The Brave – 3. Belongings Of Thor – 4. Bolthorn – 5. Twilight Of Blood And Flesh – 6. Waves Of Coming Future – 7. The Price Of Wisdom – 8. Redemption Time – 9. The Ultimate Prize – 10. Wild Hunt

Swords and shields entered long ship
bravest men prepare yourselves
sail to the edge of the world
sail to our fate

Un testo del genere la dice lunga sulle intenzioni dei polacchi Valkenrag, death metallers dal forte piglio scandinavo e amonamarthiano in particolare. La band di Łódź arriva con questo Twilight Of Blood And Flesh al debutto grazie al lavoro di Art Of The Night Productions (recentemente in rassegna con Radogost e Black Velvet Band) dopo aver pubblicato in precedenza un demo e un EP. La realizzazione del disco, però, non è delle più semplici: la band registra le tracce nell’estate del 2013, ma non essendo soddisfatta del risultato finale decide di buttare tutto quanto e ricominciare da campo, con un notevole slittamento della data di uscita. Dopo alcune difficoltà, con la nuova registrazione le cose vanno meglio e il disco può finalmente vedere la luce. Il risultato è, difatti, più che discreto, tanto più se si considerano i pochi mezzi a disposizione dei quattro polacchi: le chitarre, il basso e la voce sono registrati nello studio casalingo di Logarth, mentre la batteria è stata incisa nel Red Sun Recording Studio.

Un buon esempio di death metal norreno è Halls Of The Brave, con le due asce di Loghart e Typhus in grande spolvero tra riff taglienti e abbondanti dosi di tremolo picking. Un altro pezzo ben riuscito è Bolthorn: ritmiche serrate e accelerazioni di doppia cassa rendono dinamica la canzone, ma è il break con tanto di flauto (che tornerà in vari punti) a rappresentare il punto più alto della composizione. La title-track è cupa e dalle vaghe influenze Nile nei primi secondi, ma prende presto una piega più tradizionale pur non disdegnando i cambi di tempo. I tempi meno brutali e le melodie di chitarra rendono Waves Of Coming Future un brano quasi malinconico nonostante la quasi onnipresente doppia cassa, ma il cd si chiude bene con Wild Hunt, la tanto famosa Caccia Selvaggia della mitologia, un riuscito insieme di melodie nordiche e sfuriate death metal che non possono non far volare i capelli in aria seguendo il ritmo della canzone.

Dai titoli delle canzoni all’artwork, libricino compreso, con testi e foto di vichinghi, tutto riconduce alla Scandinavia: mitologia norrena e campi di battaglia sono all’ordine del giorno, così come la musica è 100% death metal vichingo, magari non originale o innovativo, ma assolutamente godibile. Twilight Of Blood And Flesh è un disco piacevole da ascoltare, che non inventa nulla (a volte sembra di avere a che fare con degli out-take di Versus The World) e che può piacere anche per questo motivo. I Valkenrag hanno sudato non poco per realizzare il proprio debutto, ma ora possono essere più che felici. Twilight Of Blood And Flesh è consigliato per gli amanti del death metal scandinavo dalle forti tinte vichinghe.