Alestorm – In The Navy

Alestorm – In The Navy

2013 – EP – Napalm Records

VOTO:  S.V. – Recensore: Mr. Folk

Formazione: Christopher Bowes: voce, tastiera – Dani Evans: chitarra – Gareth Murdock: basso – Elliot Vernon: tastiera – Peter Alcorn: batteria

Tracklist: 1. In The Navy – 2. Shipwrecked
alestorm-in_the_navyTornano a farsi sentire gli Alestorm, e il mondo sembra un posto migliore dove vivere. Soprattutto quando lo fanno, come in questo caso, con una cover bizzarra, e quindi nel loro classico stile.

In The Navy è un vinile pubblicato dalla Napalm Records, buono per fare ulteriore pubblicità al dvd live degli scozzesi Live At The End Of The World in arrivo a novembre. Il 7” è limitato a 300 copie, 150 color blu e altrettante color oro.

Per chi non lo sapesse, In The Navy è un vecchio successo di quel capolavoro di gruppo trash che risponde al nome di Village People: degli ubriaconi scozzesi che giocano a fare i pirati che coverizzano una band simbolo della comunità gay è quanto di più kitch ci possa essere, e chiaramente il risultato è eccellente. Per questo brano è stato fatto anche un video, visibile a fondo recensione insieme a quello originale del 1978, che altro non è che un collage di scene backstage e on stage del loro ultimo tour in Australia e Nuova Zelanda. Musicalmente suona simile all’originale, con quelle rullate che fanno tanta allegria e le la classica pronuncia imperfetta e tipicamente scozzese di Bowes: esattamente quello che ci si aspetta da una cover da loro eseguita. Il lato B del vinile prevede un’esilarante versione remixata di Shipwrecked, in questo caso intitolata Shipwrecked (Drop Goblin Remix), canzone tratta dall’ultimo cd Back Through Time del 2009. Non so chi ha messo mano alla canzone, ma è un fottuto genio: effetti da videogiochi arcade, qualche schitarrata ignorante e in generale un remix grottesco trasforma la canzone nell’ideale colonna sonora di una festa tra amici metallari che finisce in baldoria e alcool a volontà. Purché questi amici non siano duri e puri, perché per loro il folk metal (e quel che gira attorno) è un sotto-sotto genere ridicolo, Branduardi con la chitarra elettrica, e non hanno possibilità di redenzione. Noi divertiamoci anche per loro, con gli Alestorm ad alto volume è più facile!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...