Intervista: Demoterion

I Demoterion sono in circolazione da poco tempo, ma hanno le idee ben chiare sul da farsi: dopo l’EP Prometheus, uscito a fine 2013, già si lavora al full length previsto per fine anno. Agguerriti e giovanissimi, li ho intervistati per saperne di più… furore abruzzese!

Demoterion2

Vi faccio i complimenti per la qualità del dischetto, tanto più considerando la vostra giovanissima età. Come si è formato il gruppo e quali erano (e sono) i vostri obbiettivi?

Prima di tutto grazie mille dei complimenti, si fa quel che si può! Beh, diciamo che il gruppo si è formato tramite l’incontro tra me e  l’altro chitarrista, Gianmarco, ad un concerto del suo vecchio gruppo “Chemical Warfare”, dove discutendo di musica ci è venuta l’assurda idea di mettere su un gruppo folk/melodic death! Assurda poiché in Abruzzo, specialmente nella nostra provincia, Teramo, dire che c’è poca gente che suona e ascolta il genere è un complimento! I nostri obbiettivi erano quelli di unire lo stile death metal più incazzato con le classiche melodie pagan/epic metal con lievi sfumature folk, e il risultato è, appunto, l’EP Prometheus.

Se non sbaglio “Demoterion” non ha un vero significato, è giusto? Come siete arrivati a scegliere questo nome?

Sì, dietro la storia del nome c’è un aneddoto! Ovvero, all’inizio per una sbagliata interpretazione attribuimmo a “Demoterion” il significato di “Incatenato”, e dato questo e dato il fatto che pensavamo erroneamente fosse greco lo riconducemmo al mito di Prometeo e alla cultura ellenica! Da qui anche il nome dell’EP, Prometheus! Recentemente tramite alcuni studi più seri siamo riusciti a trovare il significato vero di “Demoterion”, ovvero “Terra Della Bestia”!

Un cd di quattro pezzi realizzato pochi mesi dopo la nascita del gruppo: come si svolge la vostra fase di composizione? Dal tempo impiegato direi che tutto è filato liscio come l’olio!

Per Prometheus abbiamo fatto tutto in velocità e in modo poco studiato a dirla tutta, ovvero costruzione dei riff – molto semplici e diretti -, arrangiamento tastiera e basso e batteria, scrittura testi! Diciamo che è tutto nato dalla mia testa e da quella di Gianmarco. Invece per il prossimo disco sarà tutto molto più studiato, strutturato e pensato in chiave differente e ogni traccia sarà arrangiata dal membro corrispettivo e non solo da me e Gimmy come per il lavoro precedente.

Come definite le vostre canzoni? A quali gruppi vi piace accostare la vostra proposta musicale?

Noi ci siamo definiti inizialmente “pagan death metal”, fortemente ispirati da band come Vinterblot, Amon Amarth ecc. Diversamente il full length prenderà una vena molto più pagan con riffi ispirati da band come Thyrfing, Bathory, qualcosa sullo stile sempre melodeath/folk alla Ensiferum e anche riff più pagan/black metal sullo stile Moonsorrow!

I testi trattano di mitologia nordica, eppure la title track riguarda la mitologia greca: cosa ha di così affascinante per voi al punto da “dedicargli” il titolo del cd?

Diciamo che come ho detto prima, tutto è dovuto alla mala interpretazione del nome “Demoterion”, nient’altro!

Provenite da una terra “oscura” come l’Abruzzo, eppure cantate di mitologia nordica: cambierà qualcosa in futuro, magari con storie prese da altre epoche (e luoghi), oppure continuerete con il grande Nord?

Sì, senz’altro cambieranno diverse cose nei testi, per esempio la maggior parte saranno in italiano e qualcosa in latino e saranno presenti cori, cosa assente nell’EP ed altre cose…

Demoterion3

A luglio registrerete il full length Echi Di Vittoria: ci saranno canzoni tratte da Prometheus o solo pezzi nuovi? Eventuali sorprese?

Registreremo solo pezzi nuovi, ed avremo un sacco di sorprese, come special guest vocali molto interessanti (a nostro giudizio, poi de gustibus) e saranno presenti anche strumenti puramente folk, ma non voglio entrare nello specifico, a tempo debito ascolterete!

Continuando a parlare di Echi Di Vittoria, non temete di creare un prodotto troppo simile all’EP per via del poco tempo trascorso tra i due?

No no, assolutamente, sarà di gran lunga diverso ,abbiamo le idee ben chiare su cosa produrre ed il giusto tempo per comporre con calma e dedizione!

A fine luglio entrerete in studio di registrazione, sarà un autoprodotto? Come pensate di muovervi con le case discografiche?

Abbiamo già “avvertito” alcune case discografiche, anche alcune abbastanza importanti, che però sorprendentemente sembrano un minimo interessate! Allora appena pronto il full prima di pubblicarlo, ovviamente, lo manderemo a diverse etichette per vede se troviamo qualcosa! Non penso sarà autoprodotto…

In meno di un anno di vita avere realizzato un EP ed avete già annunciato il disco di debutto: chi vi corre dietro???  

Diciamo che abbiamo avuto abbastanza riscontri positivi ed incoraggiamenti che ci hanno spronato ancora di più a registrare a così breve distanza dall’EP! E d’altronde vogliamo dimostrare a tutti cosa siamo in grado di fare! Prometheus è stato concepito solo come una sorta di “presentazione”! Ora dobbiamo cominciare a fare sul serio.

Recentemente la line-up ha subito una perdita: il tastierista Pierpaolo Saccomandi ha lasciato la band, è stato rimpiazzato? Oppure state valutando la possibilità di continuare senza l’apporto delle keyboards?

Attualmente siamo in cerca (disperatamente ahahah) e lui ci aiuta nelle piccole cose, come audizioni varie in zona, supporto per serate importanti già programmate da tempo e cose così! Ci sono stati anche altri cambiamenti nella line-up, a breve annunceremo. (il riferimento è alla sostituzione del bassista Enrico Maria Laudicon il nuovo entrato Cristian ”Asgarðr” Sacchetti, nda).

In cosa pensate di differirvi rispetto gli altri gruppi della scena italiana?

Mah, penso che differentemente dalla gran parte dei gruppi emergenti italiani noi abbiamo preso una vena molto meno folk e/o meno violenta… diciamo una via di mezzo fra i devastanti e immensi Ulvedharr e i nuovissimi Dyrnwyn che hanno una vena molto pagan che a noi in generale piace davvero moltissimo, però tutto in chiave epica-Demoterion ovviamente ahahah!

Siamo arrivati alla fine della chiacchierata, a voi lo spazio!

I ringraziamenti vanno a voi per lo spazio e il tempo a noi dedicato! Grazie ancora, date uno sguardo alla nostra page su Facebook e seguiteci, ne vedrete delle belle! Hails!

Demoterion1

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...