Wolcensmen – Fire In The White Stone

Wolcensmen – Fire In The White Stone

2019 – full-length – Indie Recordings

VOTO: 8 – recensore: Mr. Folk

Formazione: Dan Capp voce, tutti gli strumenti

Tracklist:1. Foreboden – 2. A Gainsaying – 3. Lorn And Loath – 4. Hunted – 5. The Woodwose – 6. Of Thralls And Throes – 7. The Swans Of Gar’s Edge – 8. Maidens Of The Rimeland – 9. Fellowship – 10 Sprig To Spear – 11. Fire In The White Stone

Accompagnato dai roboanti nomi di Tolkien, Wagner e il mito del Graal, il secondo lavoro di Wolcensmen – solo project di Dan Capp, chirattista dei Winterfylleth – dal titolo Fire In The White Stone arriva nei negozi sotto l’ala della Indie Recordings, etichetta per palati fini e già passata su queste pagine grazie a Kampfar, Einherjer e Wardruna. Dal debutto Songs From The Fyrgen è trascorso poco più di un anno se si considera la ristampa della Indie Recordings che ha portato a far conoscere al pubblico questo progetto, mentre la prima stampa con la Deivlforst Records risale al 2016. Nel nuovo lavoro c’è una forte volontà di proseguire quanto di buono fatto con il debut album e difatti musicalmente non ci sono particolari evoluzioni da menzionare; la novità sta invece nella storia che Capp ha scritto appositamente per questo disco, un racconto breve di 12000 parole – come riportato nelle info del promo – che è integralmente riportato nella versione limitata a cento pezzi (sold-out in poche ore) della versione che prevedeva il libro allegato al cd. Un ragazzo si allontana dalle comodità per inoltrarsi nella natura più selvaggia, dove incontrerà personaggi stravaganti (un anziano signore, due cigni, tre fanciulle spettrali e quattro nani) e nella quale accadranno fatti che cambieranno il corso della sua vita; tutti i personaggi sono visibili sulla copertina realizzata da David Thiérrée.

Le atmosfere tendono a un’epicità da film storico medievale, ma si parla di una pellicola di alta qualità, girata con un grande budget a disposizione e con nomi importanti nel cast. Fire In The White Stone ha un alone epico e anche un filo drammatico nei cinquanta minuti di durata, probabilmente legato alle vicende narrate all’interno delle undici tracce. La sensazione – bellissima! – di trovarsi in un’epoca senza tempo, in piena selvaggia natura, vale da sola il costo del cd, con la musica che aiuta l’ascoltatore a viaggiare in un mondo ormai lontanissimo e che per molti rappresenta il desiderio più grande. Le tracce sono tutte acustiche, spesso scarne di orpelli e soluzioni ambiziose che porterebbero fuori strada chi decide di intraprendere questo viaggio. La chitarra acustica è la guida incontrastata, ma non mancano i preziosi contributi di violoncello, kantele, pianoforte e flauto a rendere le composizioni ricche di sfumature, il tutto impreziosito dal lavoro in studio di John A. Rivers, famoso soprattutto per quanto fatto con i Dead Can Dance.

Dall’opener Foreboden alla chiusura affidata a title-track (compreso lo strano ma stuzzicante strumentale Of Thralls and Throes, con brevi inserti elettronici) si percorre il viaggio con il giovane protagonista senza un momento di tregua tanta è la bellezza della musica, elegante e coraggiosa nell’anima. In particolare per questo lavoro le percussioni ricoprono un ruolo ancora più importante rispetto al debutto, sottolineando la virilità di alcuni passaggi e ipnotizzando con la ripetitività di certi ritmi. Su questa musica solenne la voce di Capp si sposa perfettamente, non al centro dell’attenzione ma sempre in grado di portare quel qualcosa che fa la differenza in positivo.

Fire In The White Stone è la conferma della bontà del progetto Wolcensmen, un disco che fin dal primo giro nel lettore non passa inosservato, in grado di regalare grandi sensazioni e di trasportare chi ci si avvicina in un mondo lontano e senza tempo. Assolutamente consigliato agli amanti delle sonorità folk acustiche più eroiche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.